Brindisi: puzza di morte, anzi di strategia della tensione

di Rosario Dello Iacovo

20 maggio 2012

«Gesto di un uomo solo». Così il procuratore di Brindisi Marco Dinapoli, nel corso di una conferenza stampa. «In termini di probabilità – ha aggiunto -, non in termini di certezza, ci è sembrato di poter escludere la matrice mafiosa. Un’analisi condivisa anche dal procuratore nazionale antimafia Piero Grasso. Potrebbe essere un gesto isolato, ma non escludiamo la matrice politica e non escludiamo che dietro il singolo attentatore materiale possano esserci altre persone». In sostanza una mezza svolta. Che nega senza certezze. Restano aperte varie piste, anche se le indagini sembrano orientarsi verso un gesto di follia individuale.

Un video potrebbe essere la chiave della vicenda. Immagini nitide. Girate di giorno. Riprenderebbero un uomo, dalle caratteristiche somatiche non riconducibili a uno straniero, che posiziona il cassonetto con l’ordigno. Sembra quasi certo che sia stato attivato con un telecomando a breve distanza dal luogo dell’esplosione. Gli investigatori non escludono che a breve il video possa essere reso pubblico. Non resta che attendere, nella speranza che i contorni della vicenda divengano meno fumosi. In termini di certezza e non di probabilità.

——

19 maggio 2012

Prima il ritorno della violenza politica. “Gli anarchici”, “Le nuove BR”, “Il pericolo di un’escalation”. Un calderone nel quale finiscono tutte le forme di opposizione sociale alla durissima crisi che stiamo vivendo. Poi stamattina a Brindisi un ordigno esplode davanti a una scuola, la Morvillo-Falcone, uccidendo Melissa Bassi. Un’altra ragazza, Veronica Capodieci, è in condizioni gravi ma stabili. Entrambe di sedici anni. Proprio oggi, nel capoluogo pugliese si sarebbe dovuta svolgere la “Marcia della legalità”. Che si terrà comunque, alle ore 18, come ha confermato poco fa il coordinatore nazionale della Carovana antimafia, Alessandro Cobianchi. Quattro i feriti, alcuni dei quali in gravissime condizioni. Una ragazza subirà l’amputazione degli arti. Altre sono completamente ustionate. Vite distrutte per sempre.

“Sacra Corona Unita”, ipotizza Roberto Saviano. Gi inquirenti sembrano confermare e le indagini partono proprio in quella direzione. Io ho molti dubbi. Non ne vedo il motivo, non vedo alcuna utilità pratica, dietro un gesto efferato che produrrà spietata repressione. Certo, il 9 maggio scorso gli investigatori avevano portato a segno un brutto colpo contro la criminalità organizzata arrestando, a Mesagne, uno dei centri chiave della mafia pugliese, 16 persone accusate di associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsione, porto illegale di armi da fuoco, danneggiamento aggravato e incendio aggravato.

Tuttavia, non mi convince che il mandante sia un’organizzazione, certamente temibile, ma il cui profilo criminale appare storicamente inadeguato di fronte alla gravità dell’attentato, alla sfida che lancia. A confermare il mio scetticismo le parole del prefetto di Brindisi, per il quale: “La particolare tipologia fa di questo attentato un attentato anomalo. C’è solo un precedente a Genova, contro obiettivi istitituzionali. Mai colpita una scuola nella nostra storia”. Intanto arrivano in Puglia proprio i Ros di Genova, gli stessi che hanno effettuato rilievi dell’attentato all’Ansaldo.

Non so quello che sta accadendo, ma la memoria va, come il cane di Pavlov, alla storia nera e irrisolta delle stragi di Stato. Piazza Fontana, Brescia, Italicus, Ustica, Bologna, Georgofili, un filo che si spezza e riannoda nell’arco di oltre quarant’anni. Per il quale non ha mai pagato nessuno. Estendere la vigilanza democratica è oggi dovere di tutti. Così come tenere gli occhi ben aperti, nel comune cordoglio per Melissa, Veronica e gli altri giovanissimi segnati per sempre, perché non si faccia di un’erba un fascio. Perché lottare contro la crisi, la precarietà e le scelte inique non diventi automaticamente un atto di terrorismo.

Oggi è successa una cosa gravissima: è tornata la strategia della tensione.

Aggiornamenti:
Brindisi, pm Motta: potrebbe non essere organizzazione mafiosa

Opinioni:
A caldo: che cos’è questo golpe? Wu Ming

Annunci

41 commenti su “Brindisi: puzza di morte, anzi di strategia della tensione

    • Provo a ragionare partendo dall’assunto que el pueblo unido…dichiarata la mia fede incrollabile nel idea di rivolta e conflitto, mi chiedo se le analisi sin qui manifestate in merito ad una qualche nuova/vecchia forma di strategia della tensione, volta a dirigere e gestire il profondo dissenzo popolare, sia valida. Brindisi è una cittadina che per 3/4 degli italiani è assimilata all Albania e per il restante 1/4 è ricordata per il suo aereoporto utile per andare in Salento. Ebbene se si volesse davvero attuare qualche strategia…sarebbero state altri/e i target

      • Caro jailbreak. Io non ho certezze, mi limito a esprimere dubbi. Del resto leciti vista la storia d’Italia. Quello che sembra certo è che a oltre 24 ore dall’attentato gli inquirenti brancolano nel buio, e questo non è mai un buon segno.

      • ..il pazzo nazistoide è stato “probabilmente” individuato. Ora si puó maturare la scelta di ” usarlo” o processarlo.la strategia potrebbe nascere in questa fase, ma occorre lo stratega e l’obbiettivo…ieri cmq si è visto chiaro il desiderio di migliaia di persone di partecipare alla costruzione di spazi di socialità nuovi. Guardiamo a questo e non facciamoci distrarre, commetteremo un errore imperdonabile. Hasta siempre!!

      • La reazione spontanea è certamente il lato positivo di questa vicenda. Io però non la leggerei come una storia degli anni Settanta, con un potere e un contropotere popolare a fronteggiarsi con nettezza di schieramenti. La vedo più come una guerra fra poteri.

      • …bastava aspettare. Le analisi hanno bisogno di decantazione, di contro sono solo splendidi getti di emozione 🙂 any way che la tua strada sia colorata del rosso del sol dell’avvenire. Hasta luego

  1. L’aver scelto il giorno dopo i sequestri ai mafiosi può essere un ottima strategia per trovare i (falsi) colpevoli ,meditate!

  2. chiunque tu sia qualunque scopo tu abbia sei un gran bastardo! Che tu sia mafioso che tu sia terrorista sei malato dentro. Se non sarà la mano della giustizia sarà quella di Dio a punirti. NON SI TOCCANO I RAGAZZI sono il nostro futuro e l’ultima nostra saggezza. Con chiunque tu ce l’abbia non si ragiona con la violenza ma con il cervello!

    • non capisco il signivicato di questo cesto ne che sia mafioso ò politico mettere una bonba vicino alle scuole questi bastardi se li prenderanno non dovrebero essere giuticati dai giutici ma dalle persone che sono stati vittime di questo attentato…………

  3. …gli anarchici, le nuove br, ora la mafia, ho passato i cinquanta e mi sembrano la stessa strategia della tensione di Stato degli anni settanata e ottanta sarà forse perchè per la prima volta nella nostra storia c’è la possibilità di rivoltare questi politici che ci hanno portato alla fame? Come mai improvvisamente siamo ritornati alla tensione? Fa comodo ai partiti avere la gente distratta da altri avvenimenti e creare la “coscienza sociale” contro le stragi . A me puzza molto …

  4. Pingback: La strategia delle prove « ilNichilista

  5. la strategia del terrore è ormai una storia vecchia che purtroppo si ripete…..a farne le spese è sempre la povera gente….ogni volta che gli italiani hanno cercato di alzare la testa, guarda caso sono stati ricacciati con attentati efferati. Questi atti hanno il mero scopo di intimorire e spaventare le persone. Italiani è ora di dire davvero bastaaaaa!!! Cosa stiamo aspettando…. il sangue chiama sangue…. e tutti quei maledetti che ci governano e ci trattano come carne da macello devono pagare…..troppo sangue innocente e stato versato troppi sopprusi abbiamo sopportato……!!!adesso basta……!!!!

  6. Pingback: Puzza di morte, anzi di strategia della tensione « Il Malpaese

  7. Io credo che questo attentato sia esclusivamente opera di mafia, di quelle mafia che ha ucciso Falcone e che oggi ha voluto colpire una scuola che porta il suo nome proprio nei giorni dell’anniversario dell’attentato e proprio mentre c’è una marcia di protesta contro la mafia.
    Io credo che ormai il Vaticano e il Papa in prima persona dovrebbe SCOMUNICARE pubblicamente la mafia e tutti quei mafiosi che fanno donazioni alla chiesa e si fanno poi trovare nei rifugi con
    Vangeli o Bibbie varie facendosi passare per devoti.
    Sarebbe veramente un segnale forte che credo darebbe risultati più positivi che inviare l’esercito, ma ho molti dubbi, ci sono ancora troppi don Abbondio a tutti i livelli.

  8. adesso si inizia ad intimorire le persone con le stragi perchè stanno avvertendo un cambiamento poi verremo a sapere tra 30 anni che sono stragi di stato.
    via i politici ,incapaci, ladri ,sono il nostro male
    solidarietà a quei ragazzi alle loro famiglie

  9. Vigliacchi, fatevi riconoscere. Rivendicatelo se avete il coraggio. Uscite allo scoperto, banda di vigliacchi. La pagherete. Lo sapete che questa la pagherete.

  10. Ho qualche dubbio che un cosi efferato delitto sia opera della malavita organizzata , ha primo acchitto propendo per pensare ad uno squilibrato o a un innamorato respinto e deluso , che abbia operato con fare mirato
    Se poi devo pensare alla strategia della tensione , tutte le ipotesi sono sul tappeto ,
    In ogni caso sempre di BASTARDI SI TRATTA-

  11. Perchè questo bastardo si è imbastardito con i più deboli? Sicuramente non conosce la legge interna del carcere, ma se lo beccano penso che in carcere gli brucerà molto il cu..lo bastardo!!!

  12. Si tratta soltanto di una strage di Stato, vogliono intimorirci, i nostri cari governanti, questa non è mafia. Pensiamo all’italicus, a piazza fontana a milano, a piazza della loggia a brescia, alla stazione di bologna dove morirono bambini, vergognatevi. Siamo arrivati al capolinea ed è ora che ve ne andiate TUTTI A CASA, non siete degli uomini, siete BESTIE!

  13. assurdo a quanta violenza bisogna assistere,chissa chi sara il colpevole bo?di sicuro qualcuno e stato,perche a che scopo,o forse fanatici che credono nella loro legge della stupidita.

  14. Sono dei vigliacchi ; ci fanno ricordare BOLOGNA, PIAZZA FONTANA ecc.siamo alle solidte (creare paura) fra chi non li conosce!!!!.IO penso che sono dei vigliacchi, e miauguro che siano maledetti da DIO.

  15. Ovviamente quì non c’entra la mafia, questo è terrorismo che lancia un messaggio: “Non è al sicuro nessuno, nemmeno i ragazzi a scuola”

  16. Il brutto e’ che metteranno in galera 4 deficienti presi a caso e i veri colpevoli saranno per sempre liberi;come sempre!

  17. la cosa piu’ inammissibile che esiste e’ colpire degli innocenti i responsabili devono essere puniti ma siamo in Italia si sa come va a finire

  18. Secondo me è ancora troppo presto per ipotizzare qualsiasi cosa, ma i media non sono in grado di lasciare a chi di dovere le indagini senza intromettersi, giusto perchè si deve parlare di qualcosa che abbia un’audience più vasta possibile!

  19. NON SONO UN ESPERTO DI MAFIE MA STANDO A QUEL CHE RICORDO (ANCHE DI ALCUNE DICHIARAZIONI DI FALCONE) NORMALMENTE LA MAFIA HA OBBIETTIVI PRECISI E LI ELIMINA IN MODO SILENZIOSO A MENO CHE NON DEBBA LASCIARE UN MESSAGGIO O NON ABBIA ALTRO MEZZO A DISPOSIZIONE. NEL CASO DELLO STESSO FALCONE, POICHE’ EGLI CURAVA LA SICUREZZA IN MODO MANIACALE, NON VI E’ STATO ALTRO MEZZO CHE L’USO DI ESPLOSIVO SU UN TRATTO DI AUTOSTRADA, INEVITABILMENTE ECLATANTE. PER BORSELLINO IL MEZZO USATO SERVIVA A FAR CAPIRE CHE LO STATO ERA DEBOLE (E NON ERA VERO) E CHE POTEVA ESSERE COLPITO. SE NON SBAGLIO NE E’ SEGUITO, POI, ANCHE L’ALLENTAMENTO DEL REGIME CARCERARIO DURO PER I MAFIOSI. SEMPRE STANDO A FALCONE SE LA MAFIA VIENE ATTACCATA SCAPPA E ASPETTA. MA, CERTO, LE COSE POSSONO CAMBIARE
    DUNQUE E’ ANOMALO CHE LA MAFIA METTA ORDIGNI PER EVENTUALMENTE UCCIDERE A CASO (CIOE’ CORRENDO IL RISCHIO DI UCCIDERE O VOLENDO UCCIDERE A CASO). E’ PUR VERO CHE SI TRATTA DELLA SCUOLA INTITOLATA A MORVILLO E FALCONE E CHE VI ERA UNA MANIFESTAZIONE SULLA LEGALITA’ CHE DOVEVA PARTIRE DA LI’ MA NON MI RISULTA CHE LA MAFIA ABBIA USATO BOMBE IN OCCASIONE DI FIACCOLATE O ALTRE MANIFESTAZIONI SULLA LEGALITA’. CHE GLIENE FREGA? ALLA MAFIA INTERESSA FARE I SUOI AFFARI. L’UCCISIONE A CASO DI GIOVANI LA METTE IN CATTIVISSIMO PIANO E POTREBBE GIUSTIFICARE REAZIONI DI POLIZIA. LA VICENDA PRESENTA DUNQUE DELEL ANOMALIE.

    • Onestamente a oltre 24 ore dall’attentato resto molto scettico sulla pista mafiosa in senso stretto. Quella scuola è frequentata anche da figli di boss della SCU, in buona parte provenienti da Mesagne. Lo stesso paese della povera Melissa. Perciò concordo con te sulle anomalie.

  20. sulla mafia si è detto tanto in questi giorni, se pensiamo all’alta stragista e non a quella che si è ripulta ed è diventa classe imprenditrice, secondo me ci sta anche un gesto come questo, non dimentichiamoci che brusca ha sciolto un bambino nell’acido, il guaio è costituito da varie cose: le congetture che si fanno visto che è passato troppo poco tempo, l’indegno palco sul quale ieri albergavano vendola, uno con una scoppola rossa in testa e qualcun altro e gli squallidi video pubblicati da molte testate online con la scritta esclusiva, scritta malefica, segno di passaggio di soldi sulla morte delle persone

  21. A me le teorie di cospirazione lasciano sempre un po’ perplesso. Poi in questo caso mi pare veramente grossa, anche perchè mi aspetterei un altro bersaglio. O una strage ben più grossa – non che il bilancio di una strage si debba giudicare dal numero dei morti, ma nell’ottica di un terrorista anche sì. Visto che anche la pista mafiosa pare non reggere, secondo me si è trattato del gesto di un pazzo isolato, alla Breivik. Visti i tempi che corrono, non mi stupirei affatto.

  22. Salve a tutti- Il mio commento ?
    Problema-Reazione-Soluzione…= strategia del terrore
    La vera mafia ?? Banche Stato e Chiesa. Smettiamola tutti di illuderci…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...